Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta sempre aggiornato sugli eventi, le attività e i prodotti Franke.

You are going to be redirect to the international site o Franke.

Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Architettura
Cucina
Design
Life Style
Sostenibilità
Tecnologia
Viaggi

Voglia di pita gyros? Ecco la ricetta, dalla cucina greca

Sapete come si preparano le Pita Gyros, una tra le più caratteristiche pietanze della cucina greca? Ecco la ricetta per realizzare una specialità che racchiude un perfetto connubio tra carne, pane e verdure.

 

La cucina greca è uno degli esempi più rappresentativi della cucina mediterranea. Non a caso l’olio di oliva, il pesce, la carne di agnello e una grande varietà di verdure sono gli ingredienti più ricorrenti di quella che rappresenta una delle più antiche tradizioni culinarie del mondo. Tra i piatti più tipici della cucina greca c’è sicuramente la Pita Gyros, una pietanza immancabile nelle più genuine osterie e taverne elleniche, da quelle più affollate della capitale a quelle sparse nelle più recondite isole del Peloponneso.

La pita: il pane diffuso nei paesi con popolazione araba

La pita greca è un tipo di pane lievitato molto diffuso e usato nella cucina tradizionale del Mediterraneo, in particolare la Grecia, e del Medio Oriente in generale. La preparazione tipica prevede la cottura in un forno ad alta temperatura (circa 370°C) che consente al pane di gonfiarsi creando così la classica tasca da farcire in più modi. La versione casalinga, invece, può essere cotta al massimo della temperatura dei forni di casa, solitamente a 240°C.

La pita greca è ideale per accompagnare salse come lo tzatziki e l’hummus, ma soprattutto è l’elemento fondamentale per preparare panini farciti, a base di carne arrostita, come per l’appunto la Pita Gyros.

 

La Pita Gyros può sembrare un kebab ma non lo è

La Pita Gyros, è un panino molto simile al kebab turco ma, a differenza di quest’ultimo, è a base di carne di maiale precedentemente marinata o condita con spezie, aromi e sale.

Solitamente la carne viene cotta su un girarrosto e, una volta che la parte esterna è diventata croccante, viene tagliata in fette sottili da disporre sulla pita. In questo tipo di cottura, le Pita Gyros sono molto simili al kebab.

Oltre alla carne di suino, le Pita Gyros vengono farcite con salsa tzatziki, patate fritte, pomodori, lattuga e cipolle.

Si tratta di una pietanza completa e gustosa, che rappresenta anche uno dei cibi di strada più amati e diffusi in Grecia, quasi un simbolico street food di tutta la nazione.

Se non amate la carne di maiale, potete realizzare le vostre Pita Gyros anche con carne di pollo, oppure diversificarle con altri tipi di salse o verdure. Noi però, per rispettare la tradizione di ogni cucina etnica, vi suggeriamo la ricetta più tipica, che per le Pita Gyros prevede carne di maiale e tzatziki, la salsa greca per eccellenza, con yogurt cremoso, cetrioli e aglio.

 

Ricetta Pita Gyros: la cucina greca è servita

Ingredienti

2 fettine di carne di maiale

pita

2 pomodori

3 foglie di insalata

patatine fritte

salsa tzatziki*

1 cipolla

olio di arachidi

olio evo

sale

pepe

 

Per prima cosa scopriamo come preparare il pane.

 

Ingredienti per la pita

200 gr farina di manitoba

200 gr farina 00

250 ml acqua

2 cucchiai olio extravergine d’oliva

3 gr lievito di birra in polvere

8 gr sale

1 cucchiaino di zucchero

 

Procedimento

Mescolate in una ciotola lievito, zucchero, le farine setacciate in precedenza e un po’ d’acqua a temperatura ambiente.

Iniziate ad impastare a mano, aggiungete poi l’olio e il sale, e continuate ad impastare fino ad ottenere una palla consistente

Riponete l’impasto in una ciotola e fatelo riposare per un paio d’ore, coperto con un panno.

Trascorse le due ore, dividete l’impasto in tanti panetti di uguale dimensione e, con un mattarello, stendete la pasta in sfoglie rotonde, della misura simile a quella delle piadine.

Oleate la pita sulla carta da forno e infornate per circa 5 minuti al massimo della potenza del vostro forno.

 

Adesso passiamo alla preparazione della salsa.

 

Ingredienti per la salsa tzatziki

250 gr di yogurt greco

2 cucchiai di olio extravergine

2 spicchi d’aglio

2 cucchiaini di aneto tritato

1 cetriolo

1 cucchiaino di aceto

1 pizzico di sale

 

Procedimento

Affettate il cetriolo a cubetti molto piccoli, senza sbucciarlo, oppure tritatelo con una grattugia a trama grossa e lasciatelo scolare. Tritate finemente l’aglio e l’aneto. Mescolate lo yogurt greco e l’olio extravergine con energia, servendovi di un cucchiaio e di una frusta. Aggiungete sale, aceto, aglio tritato, aneto, un pizzico di sale e mescolate.

 

Ultimo passo: la farcitura delle Pita Gyros

Avete già preparato la salsa e sfornato il pane, adesso non vi rimane che preparare la carne e le verdure per la farcitura.

Tagliate le fettine di carne di maiale a striscioline sottili (potete aiutarvi con le forbici).

Ricoprite la leccarda del forno con carta e condite la carne con un po’ d’olio extra vergine d’oliva, sale e pepe.

Distanziate le striscioline di carne tra loro e fate cuocere a 180 gradi per circa 10 minuti.

Appena saranno cotte tenetele da parte in caldo e soffriggete le patatine.

A questo punto, riscaldate la pita su una teglia e spalmate sopra ogni pezzo la salsa tzatziki. Poi aggiungete la cipolla, i pomodori, l’insalata, la carne e le patatine fritte. Richiudete tutto e… buona Pita Gyros!

 

Un’ultima curiosità: quante calorie ha una Pita Gyros?

La pita greca, senza condimenti, contiene circa 270 calorie. Una Pita Gyros completa, invece, supera la soglia delle 500 calorie.  Quindi, se siete a dieta, vi consigliamo di preparare una pita nella versione vegetariana a base di feta, il tipico formaggio greco, che vi permetterà di stare sulle 400 calorie.  Se poi volete renderla ancora più leggera, usate solo lo tzatziki e delle verdure grigliate a scelta tra melanzane, zucchine e peperoni. Una soluzione ideale anche per i vegetariani…

Miscelatore Smart

Miscelatore dotato di doccetta estraibile doppio getto, comoda e versatile che permette di gestire il flusso dell’acqua in tutta l’aria lavaggio con la possibilità di arrivare in qualsiasi punto del lavello.

Lavello Smart

Lavello dotato di troppo pieno perimetrale e cestello Premium. L’esclusvia vasca si caratterizza per un raggio interno da 70mm mentre il raggio fondo vasca è più stretto, 24mm.

Lascia un commento

I campi sono tutti obbligatori *. La tua email non verrà inserita nel commento pubblico.

Summary
Recipe Name
Pita Gyros
Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time
Average Rating
no rating Based on 0 Review(s)