Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta sempre aggiornato sugli eventi, le attività e i prodotti Franke.

You are going to be redirect to the international site o Franke.

Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Architettura
Cucina
Design
Life Style
Sostenibilità
Tecnologia
Viaggi

Shabby chic: proprio sicuri di sapere cos’è?

Shabby chic e design.  Shabby chic e arredamento.  Shabby chic, definizione, significato, storia… Sullo shabby chic ultimamente si fa un gran parlare. Ma siete certi di sapere cos’è e di cosa si tratta esattamente? Una semplice moda o uno stile di vita? Noi un’idea ce l’abbiamo.

 

Shabby chic, definizione del vocabolario italiano alla mano, è un ossimoro. Che non è una brutta parola o un’offesa, ma è più semplicemente una figura retorica che accosta tra loro parole che esprimono concetti contrari. Avete presente “lucida pazzia”? Ecco, lo stesso vale anche per Shabby chic. Perché shabby significa, letteralmente, usurato, logoro o invecchiato. La parola chic, invece, non ha bisogno di alcuna traduzione…

Detto questo, la domanda è: come possono stare in sintonia shabby e chic, il trasandato con l’elegante? Possono. Per lo meno dagli anni Ottanta, quando il termine shabby chic viene coniato dalla rivista The World of Interiors, per indicare una tecnica decorativa e uno stile d’arredo. A portarlo alla ribalta un decennio dopo è la designer londinese Rachel Ashwell, fondando una società chiamata proprio Shabby Chic. C’è anche chi sostiene che per trovare le origini di questa tendenza d’arredamento si debbano fare un bel po’ di passi indietro, nella Francia all’epoca di Luigi XV, quando nasce la tecnica decorativa del decapè che caratterizza per l’appunto lo stile shabby. Ma andiamo con ordine.

 

Cos’è lo shabby chic: uno stile impeccabile, anche se non lo dà a vedere

La trasandatezza dello stile shabby, in realtà, è solo apparente. È vero, mobili, oggetti, accessori e arredi appaiono invecchiati, sciupati, consumati dall’usura e dal tempo, trasandati appunto. Ma la verità è che ogni stanza, ogni ambiente, ogni oggetto appoggiato su una mensola rustica e con qualche imperfezione, è frutto di scelte accurate e ben precise. Anche se al primo colpo d’occhio tutto sembra stare lì per puro caso, un arredamento shabby chic è un effetto desiderato, progettato, studiato e misurato fin nei minimi particolari.

Partiamo dai mobili: l’ideale è che presentino superfici sciupate e sbiadite ad hoc, concorrendo così a creare un’atmosfera d’ambiente tra il retrò e il nostalgico, in ogni caso sicuramente vintage. Ancora meglio se sono complementi d’arredo datati per davvero, magari perché sono stati ereditati dai nonni, ripescati dalla casa di campagna di famiglia o scovati nei mercatini dell’usato, e poi sottoposti ad una trasformazione DIY orientata ad esaltarne ogni imperfezione, lasciando intravedere le venature del legno o il colore originale del mobile.

I materiali prediletti dallo shabby chic sono almeno tre: il legno, il ferro (i letti in ferro battuto sono un must have di questo stile) e la pietra, che spesso viene usata per i pavimenti oppure per lavandini che assumono così un’aria vissuta e d’altri tempi. Un mix di abbinamenti che attinge un po’ dal country, dal british e dal provenzale, per capirci.

Anche le stoffe e i tessuti hanno un ruolo primario nella definizione di un ambiente shabby chic. La preferenza va verso quelli leggeri e naturali come il cotone e il lino, con i quali rivestire letti, divani e poltrone, ma anche confezionare tovaglie e tendaggi. Insieme alle stampe floreali e fantasie fiorate, anche pizzi e merletti sono i benvenuti, soprattutto in camera da letto, salotto e cucina.

Altro elemento di grande importanza sono gli oggetti in bella mostra. In una casa shabby che si rispetti non possono mancare vecchi utensili come barattoli di latta da utilizzare per esempio anche come lanterne, vasi per fiori, posate d’argento, cuscini casualmente messi sul divano o a terra come sedute, decori a forma di cuore da appendere nei punti più vuoti nell’abitazione, che non significa appesi solo alle pareti ma anche alle porte, armadi, maniglie dei mobili…
Lo stile shabby chic è anche una palette cromatica nella quale, sulla predominanza del bianco, abbinare tutte le tonalità neutre come il panna, il beige, oppure il tortora nelle sue declinazioni più chiare. Altrettanto valide sono le nuance pastello, in particolare l’azzurro carta da zucchero, l’acqua marina, il verde salvia, il rosa antico, l’albicocca e il lilla, nelle diverse gradazioni, purché sempre tenui.

Shabby chic: solo di moda?

Oggetti un po’ logori, superfici dei mobili sbiadite o graffiate, tavoli con il ripiano un po’ scrostato, vecchi bauli con rivestimenti danneggiati qua e là, specchi con cornici di metallo un po’ arrugginiti dalla patina del tempo… Ma cosa fa sì che tutta questa apparente trascuratezza piaccia al punto da aver portato questo stile d’arredo ai vertici delle tendenze dell’interior design?

Forse un motivo è anche questo: lo shabby chic valorizza il fascino del passato, il desiderio di recuperare oggetti, ricordi e forse anche valori di un tempo lontano. È una forma di riciclo creativo che mette in gioco il desiderio di ripristinare un contatto con le nostre origini, rivisitandole in chiave attuale e moderna.
Pensate che la nostra sia un’interpretazione troppo sentimentale? Noi crediamo di no. Anche e soprattutto perché lo shabby chic è un mix di tre differenti stili: country, british e provenzale. Per realizzare un perfetto effetto shabby, quindi, al tocco rustico e alla rinomata eleganza delle campagne inglesi, è proprio necessario aggiungere anche un po’ di romanticismo…

Cappa a soffitto

La funzionalità è anche sinonimo di sofisticata eleganza. Le cappe Franke sono concepite per offrire prestazioni di altissimo livello ed esaltare, al tempo stesso, lo stile dell’ambiente cucina.

Frigorifero Side by Side

Il frigorifero in acciaio inox che è in grado di integrarsi perfettamente con qualsiasi tipo di ambiente grazie al design essenziale e al rigore estetico.

Lascia un commento

I campi sono tutti obbligatori *. La tua email non verrà inserita nel commento pubblico.

Summary
Article Name
Shabby chic: proprio sicuri di sapere cos’è?
Description
Shabby chic e design. Shabby chic e arredamento. Shabby chic, definizione, significato, storia... Sullo shabby chic ultimamente si fa un gran parlare. Ma siete certi di sapere cos’è e di cosa si tratta esattamente?
Author
Publisher Name
Franke Kitchen System
Publisher Logo