Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta sempre aggiornato sugli eventi, le attività e i prodotti Franke.

You are going to be redirect to the international site o Franke.

Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Architettura
Cucina
Design
Life Style
Sostenibilità
Tecnologia
Viaggi
Tom Froese illustratore

Meglio fare il designer o l’illustratore? Ce lo dice Tom Froese

In Tom Froese, una scintilla luminosa sulla mappa creativa canadese, il designer e l’illustratore convivono. Ma parlando di sé, lui usa un’altra definizione ancora. Che è proprio quella che meglio lo descrive.

Vive e lavora nel villaggio rurale di Yarrow, British Columbia, Canada. Il suo giovane volto è spiccatamente hipster, anche se non è raro vederlo ritratto con una camicia a quadri che potrebbe far pensare a lui come a un tipico taglialegna della zona. Ma Tom Froese non è né l’uno e né l’altro. Non del tutto, nel primo caso almeno. Così come non si può dire che sia solo un designer o un illustratore. Perché Tom Froese, che collabora con imprese internazionali e realtà editoriali come Wired, Monocle, The Walrus e Laurence King Publishing, è prima di tutto una mente creativa, talentuosa e non incasellabile in un unico ruolo.

Poliedrico freelance attivo in più ambiti, analogico e digitale al tempo stesso, a suo agio nel realizzare prodotti tipografici stampati a mano come davanti al monitor del computer, Tom Froese si descrive così:

“In my thinking, I am a designer. In my feeling, my intuition, I am an illustrator. But I prefer to use the term commercial artist. In many ways, this encapsulates both design and illustration, and I don’t think I could ever simply be one or the other.”

Oltre il designer, oltre l’illustratore, il commercial artist

Che un designer si occupi di sistemi, contenitori globali o contesti per le idee, e che un illustratore si concentri sulle immagini dando all’estetica, allo stile, alla narrazione e alla metafora un ruolo di primaria importanza, è cosa nota. Ma come si esprime la creatività di un commercial artist? E qual è il processo creativo per chi deve dividersi tra packaging di prodotti, magazine, editoria, tipografia e interlocutori di più ambiti merceologici? Anche in questo caso, Tom Froese ha le idee chiare:

“I feel best about my work when I allow spontaneity and weirdness to mix with control and intention. Lately, I’ve also been realizing the importance of colour to my work. Quite often, I will spend hours and days sketching, never satisfied, until I have to cut myself off and go to the computer. As soon as I place my sketch in photoshop and start adding colour, I start believing in the illustration. The work shifts from something I don’t believe in to something unbelievable. Colour plays a role in that transition.”

Il colore, ma non solo. L’attività grafica di Tom Froese è particolare e innovativa anche nell’utilizzo della calligrafia. Gli elementi della scrittura, l’uso dell’inchiostro nero su sfondi vivaci, gli inserti di parole e frasi, l’uso del lettering fanno sì che la scrittura interagisca con il tratto delle illustrazioni in un gioco di integrazioni reciproche che rende le immagini di Tom Froese sempre uniche e allo stesso tempo riconoscibili.

Che si tratti di un’illustrazione per un magazine o per un website, del materiale iconografico per una leggendaria drogheria di Vancouver o dell’immagine di copertina di un numero del Reader’s Digest Canada, Tom Froese crea mondi e atmosfere dove si respira un’aria di leggerezza capace di farci sorridere. Un’ironia dai toni benevoli, che spesso trae spunto dai piccoli luoghi comuni, dai cliché o dalle figure stereotipiche che incontriamo nella vita di tutti i giorni.

Volete sapere qual è il tipo di progetto al quale Tom Froese lavora più volentieri?

“My favourite projects are ones that get public exposure, which are not hidden between covers or in obscure B2B applications. So that means more retail, packaging and ad jobs than editorial ones. Not only are the former better paid and have more comfortable deadlines, they are also easier for my friends and family to see and know what I do.”

Detto da un designer-illustratore-commercial artist non è male…

Lavello Crystal 210

Vasca in inox satinato con cover copri scarico e cover copri troppo pieno in crisallo nero.

Piano cottura Crystal Steel da 1200

Piano cottura dotato di bruciatori flat ad alta efficienza

Lascia un commento

I campi sono tutti obbligatori *. La tua email non verrà inserita nel commento pubblico.

Summary
Article Name
Meglio fare il designer o l’illustratore? Ce lo dice Tom Froese
Description
In Tom Froese, una scintilla luminosa sulla mappa creativa canadese, il designer e l’illustratore convivono. Ma parlando di sé, lui usa un’altra definizione ancora. Che è proprio quella che meglio lo descrive.
Author
Publisher Name
Franke Kitchen System
Publisher Logo