Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta sempre aggiornato sugli eventi, le attività e i prodotti Franke.

You are going to be redirect to the international site o Franke.

Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Architettura
Cucina
Design
Life Style
Sostenibilità
Tecnologia
Viaggi
Street food

Lo street food si fa strada, anche in Italia

Dalla strada alle stelle: lo street food avanza sempre più, trasformandosi in opportunità di business e di sviluppo imprenditoriale. Ecco cosa conviene sapere per imboccare la via del cibo di strada all’italiana.

Una buona notizia: se sempre più persone stanno finendo sulla strada, questa volta non è per colpa della crisi economica che sta attraversando l’Europa, ma proprio per il contrario. Quelli che sempre più numerosi si vedono sui marciapiedi delle città della nostra penisola, infatti, sono imprenditori. Per la precisione, imprenditori dello street food, un settore che in Italia sta creando sempre maggiori opportunità di lavoro.

A fronte di un investimento iniziale modesto, che non richiede certo l’impegno economico pari a quello dell’apertura di un ristorante, con la giusta voglia di mettersi in gioco (oltre che ai fornelli…), si può diventare gourmet on the road e unirsi alle oltre 2.200 imprese italiane della ristorazione su strada avviate di recente. Una realtà che non è più un semplice trend di moda, ma un arcipelago di attività alle quali la rivista Gambero Rosso dedica da quattro anni una apposita guida, con tanto di indirizzi selezionati tra tutti quelli presenti sul territorio dello Stivale.

Ma da dove cominciare per diventare uno street fooder? Trattandosi di un’attività imprenditoriale, non è il caso di improvvisare. Anche in questo caso, infatti, vanno curati più aspetti: dalla progettazione all’allestimento del mezzo, dal business plan al marketing. In ogni caso, è evidente che per aumentare la percentuale di successo, la massima attenzione va dedicata ai due elementi chiave dell’attività del cibo di strada: le specialità gastronomiche da proporre, e il mezzo itinerante.

Street food

Street food, ricette tipiche regionali o da tutto il mondo?

 

Dal panino imbottito con salumi tipici agli arancini, dalle pizze ai supplì ripieni di carne o verdure, dai panzerotti alle olive ascolane, dalle fritture al cartoccio alle torte salate, le ricette dello street food made in Italy non possono non coniugarsi con la tradizione della cucina più apprezzata nel mondo.

Salumi e formaggi DOP e IGP, carni pregiate, prodotti agricoli della zona, salse fatte in casa, dolci della tradizione, vini local e birre artigianali: per chi vuole diffondere la cultura del cibo di strada come espressione delle ricchezze del territorio italiano, le possibilità sono davvero tante. Quel che fa la vera differenza è la scelta delle materie prime e degli ingredienti, che devono essere sempre di qualità. Il che non significa necessariamente ricercati, ma per esempio a Km0 o da filiera controllata.

Naturalmente nulla vieta di allargare gli orizzonti verso altri menu, per esempio proponendo cibo etnico o la rivisitazione dei classici hamburger in chiave vegana o glutin free. L’importante, è saper intercettare i gusti del pubblico e non tradirlo nelle aspettative.

 

Street food, i veicoli “must” del cibo on the road

 

Vie del centro città, parchi pubblici, piazze, stazioni, aeroporti, ma anche manifestazioni di strada, festival e fiere, e poi eventi privati come feste e cerimonie: il cibo di strada non ha limiti né confini. Per spostarsi sulle strade dello Stivale attrezzati di tutto quel che è necessario per conquistare anche i palati più esigenti, ci sono più possibilità.

In fase d’avvio della propria iniziativa d’impresa è perfetto l’Ape Car, da equipaggiare ad hoc con più elementi: dal banco scorrevole al vano frigorifero, dal gruppo idrico con lavello ad altro ancora.

In base al budget disponibile e alla tipologia della propria attività, che può essere itinerante oppure ambulante, si può optare anche per le quattro ruote di furgoncini, furgoni e truck.

Qualsiasi sia il veicolo, va allestito secondo i requisiti stabili dalle norme igienico-sanitarie, ma anche valutando con attenzione i parametri di sicurezza e stabilità su strada, funzionalità, ergomomia e appeal nel layout della grafica. Perché oltre al palato, anche l’occhio vuole la sua parte…

Vasca Kubus fragranite sottotop

Grazie all’esclusivo trattamento igienizzante Sanitized, la vasca è protetta 24 ore su 24 e resa ancora più igienica: la proliferazione di batteri e microbi viene abbattuta al 99%.

Eos Clear

Miscelatore dotato di tripla via: due destinate all’erogazione di acqua calda e fredda e una all’acqua filtrata a uso alimentare. Le leve comandi consentono agevolmente il passaggio alle varie opzioni.

Lascia un commento

I campi sono tutti obbligatori *. La tua email non verrà inserita nel commento pubblico.

Summary
Article Name
Lo street food si fa strada, anche in Italia
Description
Dalla strada alle stelle: lo street food avanza sempre più, trasformandosi in opportunità di business e di sviluppo imprenditoriale. Ecco cosa conviene sapere per imboccare la via del cibo di strada all’italiana.
Author
Publisher Name
Franke Kitchen System
Publisher Logo