Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta sempre aggiornato sugli eventi, le attività e i prodotti Franke.

You are going to be redirect to the international site o Franke.

Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Architettura
Cucina
Design
Life Style
Sostenibilità
Tecnologia
Viaggi

Le tendenze alimentari più importanti del 2017

Come e quando un alimento diventa tendenza? Quali nuovi orientamenti in termini di gusto si stanno affermando e quali stanno vivendo un revival? Perché un prodotto diventa all’improvviso di gran moda mentre un altro scompare in breve tempo dagli scaffali senza lasciare traccia? Non esiste una risposta univoca a tutte queste domande. Una cosa però è chiara: la società dei consumi vuole sempre qualcosa di nuovo, anche nell’alimentazione.

Alimenti, gusti e modi di cibarsi diventano di tendenza solo se soddisfano in qualche misura bisogni che vanno al di là della curiosità, della fame e della sete. Il moderno abitante di una grande città, colui che tipicamente lancia le tendenze, nei confronti dell’alimentazione ha tre esigenze.

La prima è la stessa da anni: alimenti più sani possibili, meglio se naturali, ricchi di vitamine, privi di sostanze chimiche provenienti dalla regione. La seconda esigenza nasce dalla costante mancanza di tempo degli impiegati a tempo pieno e dalla domanda di pasti già pronti. Inoltre, nella moderna società di massa domina il perenne bisogno di individualismo attraverso la definizione di confini che modulano il senso di appartenenza.

Dalla pasta salutare al cavolfiore viola al ritorno ai fornelli – il 2017 ha già pronte alcune tendenze:

Trasparenza

Sempre più consumatori vogliono sapere esattamente cosa contiene il loro cibo e da dove proviene. Sono in voga basso contenuto di sodio (quindi meno sale) e di zucchero, il burro festeggia il suo revival e i superfood sono la nuova norma. Autenticità dei sapori, meno lavorazione possibile, più sostanze nutritive, regionalità, dalla foglia alla radice e ritorno ai fornelli.

Tutto lilla

Carote, asparagi, cavolfiori e patate dolci saranno riportati in vita – ma in una veste viola scuro. C’è una fortissima richiesta di verdure classiche ma coltivate sulla base di antiche varietà. Oltre all’aspetto gradevole, queste verdure sono anche ricche di sostanze nutritive e antiossidanti.

Pasta di verdure

Le sane ricette della nonna a base di pasta verranno gettate in mare. La pasta del 2017 sarà fatta di lenticchie, edamame o ceci e non più solo di frumento. La variante ultrasalutare è la verdura spiralizzata, anch’essa frutto della antica ma sempre nuova tendenza del «fatto in casa».

No waste

Mangiando dobbiamo fare qualcosa di buono non solo per noi ma anche per l’ambiente: parola d’ordine «foodwaste», ovvero buttare meno alimenti possibili. Oggi è tornato di moda ciò che era all’ordine del giorno nella cucina della nonna. Delle verdure si sfrutta tutto, per cui delle carote si usa anche il ciuffo, dei diversi tipi di verdura anche i gambi o le foglie.

Jackfruit al posto della carne

Originariamente il jackfruit proviene dal sud dell’India ed è anche chiamato giaca. Attualmente cresce anche in Brasile e Asia sudorientale, dove fa parte dei principali alimenti di base. Per i vegetariani, ma anche per chi mangia carne, il jackfruit è un vero e proprio consiglio da intenditore. Da maturo ha un sapore dolce, tra quello dell’ananas e della banana, e da acerbo la sua consistenza simile al «pulled pork» inganna anche i mangiatori di carne.

Poké Bowl

Il piatto tradizionale delle Hawaii è sull’onda del perfetto food trend e attira gli amanti dell’alimentazione sana di tutto il globo. I Poké Bowl sono ciotole di riso al vapore, quinoa o anche pasta di zucchini. Insieme a guarniture fresche come wakame, melagrana o anche uova di pesce e pesce crudo marinato non sono solo molto salutari, ma anche estremamente appetitosi.

Che si tratti di nuovi sviluppi o di riscoperte: la voglia di novità ci porterà tutti gli anni sul mercato sorprendenti tendenze alimentari. Secondo un proverbio francese: «laddove l’amore apparecchia la tavola, il cibo ha il gusto migliore». Speriamo quindi che il futuro ci riservi tante altre nuove tendenze ideate con amore – siamo curiosi di scoprire ciò che ci porterà il 2018.

Fonte: GDI Study 43, European Food Trends Report, Bits over Bites: Food Consumption in a Digital World (in inglese e in tedesco)

 

Lascia un commento

I campi sono tutti obbligatori *. La tua email non verrà inserita nel commento pubblico.